Zenzero

ZENZERO (Zingiber Officinale)

È stata la prima pianta aromatica ad essere importata in Europa. Lo zenzero appartiene alla famiglia delle Zingiberacee ed è un’erbacea perenne alta circa 90 cm. Originaria dell'Asia del Sud (India e Malesia), viene ora coltivata in molti paesi tropicali. La pianta non può crescere in Europa perché ha bisogno di un clima caldo umido, di forti piogge, molto sole e di un'altitudine di 850 m. Si riproduce interrando il rizoma tagliato in pezzi di 3-4 cm. l rizomi, estratti con una zappa, sono pronti per essere raccolti dopo 9 mesi o 1 anno, quando la pianta comincia a sfiorire. La radice ramificata è di colore nocciola chiaro ed ha consistenza fibrosa.

PARTI DA UTILIZZARE: rizoma.

IN CUCINA: il suo gusto è intenso, aromatico e piccante, con una nota rinfrescante simile agli agrumi. Si acquista fresco oppure in polvere, candito o cristallizzato. Lo zenzero in polvere è più delicato di quello intero, meno piccante e molto aromatico; va usato comunque con moderazione, poiché è piuttosto penetrante. Si abbina bene sia alle pietanze dolci che a quelle salate, non manca mai nel Curry e nel pollo all’indiana. Ottimo come aroma per il thè, il vino e le bevande corroboranti.

BENESSERE: il rizoma dello zenzero è, in Oriente, un elemento basilare nella medicina popolare. Stimolante delle funzioni enzimatiche, aumenta la peristalsi ed è quindi utile nei problemi di atonia gastrointestinale ed aerofagia. Dalla Medicina Tradizionale Cinese è considerato un rimedio efficace contro la chinetosi; infatti è ottimo in tutti gli stati di nausea, dal “mal d’auto” ai malesseri legati alla gravidanza.

CURIOSITÀ: gli antichi indiani apprezzavano lo zenzero sia per le sue proprietà digestive e purificanti che per il gusto piccante. Erano inoltre convinti che l’uso di questa spezia avrebbe aiutato l’anima ad elevarsi verso la divinità. Prima delle cerimonie religiose, doveva essere mangiato in quantità per rinfrescare e profumare l’alito. Al contrario erano banditi cipolla ed aglio. Molto apprezzata dai Greci, la radice dello zenzero veniva largamente consumata anche nell’antica Roma come ingrediente fondamentale del “sal conditus”, un preparato a base di sale e spezie. Alla fine dei ricchi banchetti, i romani usavano servire del pane condito con lo zenzero per favorire la digestione. Il pane allo zenzero si trasformò sempre più in un gustoso dolcetto, dal penetrante e inconfondibile aroma. Il gingerbread è diffuso soprattutto in Inghilterra; si pensi che di questa ghiottoneria si parla addirittura nelle favole per bambini della tradizione inglese.