Pimento

PIMENTO (Pimenta Dioica)

Nomi comuni: pepe della Giamaica

Originaria dell'America Latina e delle Indie Occidentali, questa spezia viene coltivata principalmente in Giamaica. Il termine inglese per definire il pimento è “allspice”, che significa letteralmente tutte le spezie. È di fatto una bacca molto particolare, in quanto ha un aroma simile ad un misto di cannella, noce moscata, pepe e chiodi di garofano, ed è per questo detta anche pepe garofanato. Gli alberi, piantati in primavera sulle colline calcaree, raggiungono piena maturità dopo 15 anni e possono dare frutti per oltre 100. Le bacche vengono raccolte acerbe, perché maturando perdono l’aroma e, poste a seccare per 7-10 giorni, assumono gradualmente un colore marrone rossiccio.

PARTI DA UTILIZZARE: frutti.

IN CUCINA: il pimento è utilizzato principalmente nell’industria alimentare per aromatizzare conserve, salse e carni in scatola, pesce affumicato. In Giamaica si usa abbondantemente su stufati e Curry. Conferisce inoltre un sapore lieve e caldo ai dolci, alle marmellate e alla frutta.

BENESSERE: il pimento è ricchissimo di eugenolo, l’olio volatile che conferisce ai chiodi di garofano le note proprietà desensibilizzanti; contiene inoltre molti altri principi attivi che lo rendono un efficace antiossidante.

CURIOSITÀ: risale ai tempi della civiltà Maya l’usanza, ancor oggi diffusa in Messico, di aromatizzare la cioccolata con una spolverata di pimento.